Come dimagrire la pancia bassa

0
497
come dimagrire la pancia bassa

La parte bassa dell’addome è un magazzino naturale per l’adipe. E’ dal punto di vista estetico un cruccio perché è il grasso più difficile da mandare via, l’ultimo che rimane anche dopo una dieta.

Purtroppo non basta solo l’allenamento fisico per eliminare la pancia bassa; per quanto sia vero che gli esercizi mirati possono avere un effetto positivo, pur tuttavia non saranno sufficienti ed è fondamentale accompagnare tali esercizi con una dieta equilibrata e allenamento cardio. Non sarà un cammino breve, ma con costanza e pazienza si riuscirà a dimagrire la pancia bassa.

Come dimagrire la pancia bassa: obiettivo difficile

L’obiettivo del dimagrimento della pancia bassa è difficile da raggiungere per la stessa conformazione della zona interessata e per le caratteristiche dei tessuti di questa zona del nostro corpo.

I tessuti in questa zona particolare, non hanno una grande elasticità, per cui se si tendono (e con l’accumulo di grasso si tendono), eccessivamente, in seguito tenderanno a rilassarsi e perdere elasticità. Sono moto difficili da tonificare . Obiettivo difficile ma non impossibile. Il risultato si raggiunge solo attraverso la costanza e la buona volontà.

La pancia bassa deve essere aggredita in due diversi modi, contemporaneamente: da un punto di vista alimentare e da un punto di vista dell’esercizio. La prima servirà ad eliminare il grasso in eccesso, la seconda ad evitare il rilassamento della zona e a tonificare.

Come dimagrire la pancia bassa: esercizi mirati

Il percorso di dimagrimento è impegnativo. Il modo migliore di affrontarlo è quello di un atteggiamento positivo. Può aiutare inserire nel programma della musica e delle candele profumate. In questo modo si creerà un ambiente rilassato e piacevole. Gli indumenti devono essere comodi e, se possibile, in tessuti naturali (cotone, lino). Le scarpe devono essere comode e non eccessivamente basse. L’abbigliamento comodo mette a proprio agio e non impaccia nei movimenti. Questo rende molto più agevole l’esecuzione degli esercizi. Fare dell’esercizio fisico una sfilata di modo non serve.

Esercizi

Gli esercizi dovrebbero essere preceduti da una corsa. Correre è uno dei metodi migliori per il dimagrimento dell’addome, perché interessa i muscoli dell’addome. Praticare una corsa tutti i giorni, aiuterà il dimagrimento, tonificherà gambe e glutei ed inoltre  è importante per ossigenare il sangue, eliminare le tossine.

1- In posizione supina. Flettere le gambe fino al torace per 10 volte. Nel ritorno tenere le gambe stese e non toccare il pavimento. La serie deve essere completata 3 volte, con intervalli tra l’una e l’altra.

2- In piedi. Tenere le gambe divaricate e le mani sui fianchi. Girare il busto a destra e a sinistra per 50 volte velocemente. La serie va ripetuta 3 volte con intervalli tra l’una e l’altra.

3- In posizione supina. Gambe flesse e mani dietro alla nuca. Sollevare il busto in modo che il gomito tocchi il ginocchio opposto. Eseguire per 10 volte per lato. La serie è di 3 step con pausa tra l’uno e l’altro.

Sono esercizi molto semplici, ma estremamente efficaci per dimagrire la pancia bassa. Essi coinvolgono non solo i muscoli addominali bassi, ma l’intera parete addominale, evitando in seguito il rilassamento dei tessuti.

Come dimagrire la pancia bassa: alimentazione

Abbiamo visto come gli esercizi per il dimagrimento della parte bassa dell’addome siano molto semplici. M Questo non basterà se non accompagniamo il tutto con una corretta alimentazione, che sgonfierà la pancia ed eliminerà il grasso in eccesso.

Nell’eseguire gli esercizi sopra descritti, non dimenticare di bere molto. I liquidi vanno reintegrati sotto forma di acqua naturale, ma anche di tisane non zuccherate. Le tisane possono essere costituite da erbe adatte allo sgonfiamento e al drenaggio. Ricordiamo le caratteristiche benefiche della menta, del finocchio, dello zenzero.

Come dimagrire la pancia bassa: quali alimenti eliminare

  • Non mangiare fritti se non una o due volte al mese.
  • Via gli insaccati che non siano prosciutto crudo o bresaola una sola volta a settimana
  • Diminuire drasticamente il sale
  • Zucchero raffinato, caramelle e dolciumi devono essere eliminati. Lo stesso vale per i dolcificanti che aumentano il gonfiore.
  • Evitare le bibite gassate, l’alcool, la birra e i succhi di frutta confezionati.

Come dimagrire la pancia bassa: alimenti permessi

Ovviamente vi sono degli alimenti che sono, più di altri eccellenti per raggiungere l’obiettivo. Sono da favorire le proteine specie quelle delle carni bianche e del pesce. Molto indicate sono le uova. Per chi ama i formaggi, stagionati, il grana e il parmigiano (stagionati 36 mesi) possono essere consumati con moderazione, visto che non contengono lattosio. Sono permesse patate e tapioca, ma in moderata quantità, perché ricche di amido.

La frutta va assunta nella sua totalità: ogni tipo di frutta va bene specie se agrumi. Per quanto riguarda gli ortaggi, essi hanno un posto di primo piano in una dieta sgonfiante. Sono tutti ottimi e raccomandati, dalle carote, alle zucchine, dai ravanelli alle melenzane.

Dovendo moderare la quantità di sale, le spezie sono ottime alleate per insaporire. Tenendo conto anche delle svariate virtù benefiche che posseggono via libera a basilico, zenzero, menta, pepe nero, peperoncino. Per chi proprio non ce la fa a non usare un dolcificante, allora meglio dirigersi sulla stevia e sullo sciroppo d’acero.

Come dimagrire la pancia bassa:  la natura ci aiuta

La natura è sempre stata nostra alleata nella cura del corpo. Non è parca di rimedi neppure in questo caso. Erbe, radici, che possono dare una mano nell’eliminare la pancia gonfia ve ne sono molti. In erboristeria si possono comprare estratti di Ficus e assumerne 20 gocce in poca acqua almeno un quarto d’ora prima dei pasti principali. Il metabolismo ringrazierà per l’aiuto.

Per sgonfiare finocchio e anice verde in infuso, faranno la loro parte per la ritenzione idrica e il gonfiore addominale. Anche per dare una mano al grasso addominale a sciogliersi esistono vegetali idonei.

Ad esempio alga bruna. La si trova in erboristeria in forma di compresse e va assunta durante i pasti. Aggiungere zenzero e curcuma ai cibi è una buona abitudine per aiutare il nostro organismo a d espellere tossine. La natura ci aiuta, basta guardare nella sua smisurata riserva di piante e fiori e individuare un’erboristeria ben fornita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dieci − uno =